Tokyo si illumina di luci

Si avvicina il Natale e le città si preparano ad addobbare le strade e i palazzi con mille luci. Una tra queste è Tokyo, che ricompensa i viaggiatori con alcuni degli scorci urbani più suggestivi. Al calare del sole la città si accende di mille luci grazie alle tante installazioni luminose situate nei suoi quartieri iconici. Per rendere l’atmosfera ancora più dolce e natalizia, in città hanno aperto tre nuovi indirizzi in cui provare una versione rivisitata dei celebri wagashi, i dolci tradizionali giapponesi che fondono tradizione ed estetica culinaria.

Spettacoli da non perdere fino a febbraio 2020: Caretta Shiodome rende omaggio alle notti d’oriente del film Aladdin accendendosi, così, di 250mila LED che brillano sulle note della colonna sonora del film. Vanno in scena fino a febbraio anche le spettacolari illuminazioni di Marunouchi Illumination 2019 nel distretto finanziario, che quest’anno festeggiano il loro 17esimo anniversario con l’installazione di un milione di lampadine a LED dorate lungo la via principale di Marunouchi, per oltre 1,2 km. Nel 2019 il progetto di “eco illumination” è stato rafforzato con oltre 680.000 lampadine a basso consumo per offrire una indimenticabile vista notturna nel rispetto dell’ambiente.

Se pensate che il gioco di luci sia finito qua, vi sbagliate di grosso! Per coloro che vogliono dare il benvenuto all’anno nuovo a Tokyo sarà possibile assistere al magico spettacolo di Orange Illumination 2019: la Candle Tower, un modellino in scala della torre stessa alto 11,1 metri e realizzato in ferro battuto, situato alla base della Tokyo Tower, rappresenta una vera e propria opera d’arte che brilla di arancio e bianco come l’iconica torre. Tutta l’area, insieme alla vegetazione del vicino Fantasy Garden, risplende grazie a circa 46.000 lampadine a LED e ogni mezz’ora (dalle 16.00 alle 22.00) è possibile assistere al The Candle Tower Lighting Show.

C’è invece tempo fino a maggio 2020 per lo spettacolare Yomiuriland Jewellumination, con illuminazioni ispirate alle pietre preziose sapientemente create dal famoso lighting designer Motoko Ishii. Per il decimo anniversario dell’evento è stato scelto il tema “Olympus” e verranno utilizzate ben 6,5 milioni di luci per ricreare 12 magiche aree ispirate al mondo dei miti greci. Oltre a questi eventi speciali, le più celebri vie dello shopping della capitale del Sol Levante come Omotesando, Roppongi, Ginza, Nihonbashi, Ebisu e Nakameguro partecipano a questa festa di luci unica.

Per scaldarsi dal freddo delle lunghe giornate invernali, 3 sono gli appuntamenti che i visitatori non possono perdere: Iyemon Salon, Higashiya man e Daisan Mannendo Hanare, innovativi bar e sale da tè che propongono una versione rivisitata in chiave moderna dei wagashi, i celebri dolci tradizionali giapponesi nati per accompagnare la cerimonia del tè. Iyemon Salon è perfetto per chi vuole fare una pausa dalla folla nel vivace quartiere di Shibuya: circondati dagli interni ispirati alla tipica architettura giapponese, i visitatori possono assaporare diversi tipi di tè accompagnati da dolci vegani al matcha. Higashiya man mantiene le tradizioni e ricrea i Hitokuchi-gashi, piccole prelibatezze alla frutta ispirate agli antichi dolci di frutta e noci, precursori dei wagashi. Infine, Daisan Mannendo Hanare, spin-off del negozio di wagashi risalente a oltre tre secoli fa, rompe con la tradizione e propone i deliziosi dolcetti in una nuova forma, combinando sapientemente ingredienti tradizionali e moderni.

Contatti

Scrivi un messaggio